Emilio Tonoli…….. il guerriero che allena i portieri…

emilio-tonoli

Nato a Lodi 11/04/1959.

Allenatore Portieri prime Squadre professioniste e Allenatore UEFA B. 

Squadre allenate:  Fanfulla calcio serie D/4 anni- Fiorenzuola calcio serie D/ 1 anno -F.C. Internazionale sett. giovanile/ 4 anni-Ternana calcio serie B/ 1 anno-Cremonese calcio serie C/ 1 anno-Albinoleffe serie B/ 4 anni-Spezia calcio serie C/ 1 anno-Pergolettese calcio serie/ C 1 anno-Pro Piacenza serie C /1 anno

Portieri allenati:  Fumagalli- Berni- Moreaux- Mondini- Bianchi- Marchetti- Coser- Acerbis-Offredi-Narciso-Pelizzoli-Layeni-Tomasig- Branduani- Bindi-Tornaghi-Bavena- Di Gennaro-Grandi-Montaperto-Spadi-Vagge.

Ermanno Fumagalli il Guerriero della Lega Pro 2015/2016 (by Emilio Tonoli)

Il lavoro con Marchetti e la profezia del 2007 

La stella di Marchetti brilla già da tempo ma quando è ancora ai primi bagliori, nel dicembre 2007, Tonoli conclude la sua relazione. «Se posso fare un paragone, mi ricorda un giovane Buffon, anche se ritengo che sentiremo parlare di un grande Federico Marchetti». Oggi quella relazione vale una pagina Mondiale, ma Tonoli l’aveva già scritto. Tre anni prima.

LA GIANA SCOMMETTE SU ALDO FERRARI

A.S. Giana Erminio comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del calciatore Aldo Ferrari. Attaccante classe 1991, dopo aver svolto interamente il ritiro con la Prima Squadra e aver disputato le amichevoli pre campionato, Ferrari ha convinto mister Albè, lo staff tecnico e la società Giana Erminio, che hanno deciso di puntare sul giocatore venticinquenne proveniente dalla società Mario Zanconti.

TESS_022

Ferrari ha disputato il campionato di Promozione 2015/16 mettendo a segno 29 (più 2 in Coppa Italia) dei 52 gol segnati in totale dalla squadra, risultando così il capocannoniere del girone. Nei due anni e mezzo precedenti Ferrari ha vestito la maglia del Fara Olivana, sempre in Promozione, campionato che nel complesso ha visto 70 dei suoi gol. Ferrari ha giocato in precedenza un anno e mezzo in Serie D con la Rudianese 25 presenze e 2 gol, dove ha esordito non ancora diciottenne, ma il vero esordio in una Prima Squadra è avvenuto a 17 anni all’Uso Calcio, società bergamasca all’epoca in Serie D (2008), dove Ferrari ha svolto tutto il settore giovanile.

Mattia Broli vola in Lituania: accordo con il Trakai

Nuova esperienza per il difensore classe ’94 Mattia Broli, che lascia l’Italia per volare in Lituania. Operazione condotta dall’agente Nicola Maffessoli, Broli firma fino al 30 giugno 2017 con il Trakai. Tutto fatto, dal FeralpiSalò alla Lituania. La nuova avventura di Mattia Broli

 

Mattia Broli

Squadra di calcio FERALPISALO’
Ruolo DIFENSORE
Nazionalità ITALIA 
Nato il 04/05/1994
Nato a BRESCIA
Altezza 183
Peso 74

CARRIERA DI BROLI MATTIA

STAGIONE SQUADRA
SERIE PRESENZE
GOAL
TT
SB
SS
G
R
2015-2016 FERALPISALO’ C 1 0 0 1 0 0 0
2014-2015 FERALPISALO’ C 29 2 21 8 6 3 0
2013-2014 FERALPISALO’ C1 10 0 5 5 1 1 0
2012-2013 FERALPISALO’ C1 0 0 0 0 0 0 0
TOTALE 40 2 26 14 7 4 0

Buona stagione Mattia, un grosso in bocca al lupo per questa nuova avventura calcistica, ma soprattutto per questa esperienza lontano da casa, che ti farà ulteriormente crescere come uomo.

ECCELLENZA. Le due gestioni tecniche del Crema 1908: le statistiche di Nicolini e del tandem Zilioli-Cantoni

Dopo lo stesso numero di gare giocate, abbiamo messo a confronto le due versioni dei nerobianchi. Le statistiche confermano le attuali difficoltà della squadra.

15 - 2

Mister Nicolini

Il sorprendente avvicendamento sulla panchina nerobianca, con l’esonero di mister Aldo Nicolini e l’arrivo di Federico Cantoni, ufficialmente nelle vesti di team manager, assistito da mister Silvio Zilioli, ha visto una preoccupante inversione di tendenza nel rendimento della squadra.

Pur consapevoli di analizzare due momenti diversi della stagione e con dinamiche non paragonabili, a seguito dello stesso numero di gare disputate (9) è ora possibile fare un confronto numerico tra le due gestioni.

E le statistiche non fanno altro che confermare il momento di difficoltà della squadra.

 

tab2

 

L’ANALISI DEI NUMERI

Nella prima parte di stagione, mister Aldo Nicolini aveva collezionato la bellezza di 19 punti in 9 gare disputate, con 16 reti segnate e 7 subite.
Il dato più importante era certamente rappresentato dall’imbattibilità della squadra, che aveva totalizzato 5 vittorie e 4 pareggi 0 sconfitte.
Forse un po’ di rammarico per le troppe “X”, ma  sono arrivate contro squadre di livello: Luciano Manara , Villa d’Almè e Scanzorosciate sono infatti ora davanti al Crema 1908.
La gestione tecnica sembrava ben indirizzata, ma dopo il pareggio con il Brembate era giunto per mister Nicolini l’esonero.

Con l’arrivo del tandem Zilioli-Cantoni, dall’11^ giornata (10^ gara cremina in virtù del turno di riposo scontato alla 7^) il bilancio presenta un saldo negativo.
Alla scoppiettante vittoria 0-4 in casa del Verdello, infatti, hanno fatto seguito alcuni pareggi che hanno lasciato rimpianti (Real Milano e Oggiono), ma soprattutto 3 brucianti ko: con Nibionno, Cavenago Fanfulla e Brugherio.
In 9 gare della nuova gestione sono stati totalizzati 14 punti, frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte, in cui la squadra ha segnato 15 reti, subendone 13.

 

OLTRE I NUMERI

I numeri non sono tutto, bisogna riconoscelo.

Se è vero che Zilioli e Cantoni hanno affrontato per due volte il Cavenago Fanfulla capolista, oltre all’ottimo Nibionno, è però altrettanto vero che Nicolini ha giocato con Scanzorosciate, Villa d’Almè e Luciano Manara, formazioni che occupano ora la 2^, la 3^ e la 4^ posizione.

Un’altra considerazione è che mister Nicolini non ha avuto modo di beneficiare del mercato, cosa di cui ha potuto servirsi il nuovo corso, con i molti pro (rosa rinforzata in tutti i reparti) e i pochi contro (adattamento dei nuovi).
Dal canto suo, il tandem Zilioli-Cantoni si è fatto carico di una sfida assolutamente non facile: quella di ereditare un’ottima squadra, che già aveva fatto benissimo, con l’obiettivo di migliorarla e portarla verso la Serie D. Non esattamente un gioco da ragazzi, soprattutto per un binomio esordiente, nonostante anni ad altissimi livelli in carriera.

È innegabile che i numeri non sorridano a Federico Cantoni, il cui passaggio in panchina ha visto la contemporanea perdita, in mezzo al campo, di un calciatore con quella visione di gioco che oggi farebbe comodo alla squadra.

Alcune voci di corridoio potrebbero vedere la possibilità che lo stesso Cantoni torni a indossare gli scarpini, per aiutare i compagni dal campo e non dalla panchina, ma la situazione resta in evoluzione.

Assisteremo a un nuovo cambio nell’assetto del Crema 1908?

Campionati Italiani di Ginnastica Ritmica

 CAMPIONESSE ITALIANE AICS 2014

isa campionessa Riccione 07/06/2014

Si sono svolti in questi giorni a Riccione i campionati Italiani di Ginnastica Ritmica AICS dove  Isabella Nicolini al nastro si è particolarmente distinta guadagnando il gradino più alto del podio diventando così Campionessa Italiana di questa specialità  gareggiando per l’ ASD Ritmica Viktoria.

squadra campione

Ancora splendide notizie da Riccione: la squadra senior 5 cerchi allenata da Irina Boyko e composta da Beatrice Vivaldi ( fondatrice della squadra e  titolare del sito di ginnastica ritmica più seguito al mondo,  www.beatricevivaldi.com/ginnastica_ritmica), Isabella Nicolini, Ilaria Minelli, Sonia Marchina e Chiara Vidulis  si laurea Campione Italiano AICS 2014! Complimenti allo staff e a tutte le ragazze per le prestazioni e i risultati raggiunti.

Maglia scudettata e medaglia d’oro.

medaglia d' oro

 

Presentazione nuova società

Il nuovo Crema 1908 di Zucchi: “Serie D e rifondazione giovanile in tre anni”

Si alza il sipario sulla nuova era cremina, basata su un modello societario innovativo. Villa vicepresidente, Gnatta direttore generale, Verdelli consulente esterno responsabile dell’area tecnica

ECCELLENZA. Il nuovo Crema 1908 di Zucchi: “Serie D e rifondazione giovanile in tre anni”

 RIVOLUZIONE

Giovedì 29 maggio, alle ore 12.15, presso la nuova sede in via Di Vittorio, 6 a Crema (CR), all’interno della zona industriale del quartiere di Santa Maria, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo corso del Crema 1908.Tantissime le novità portate con sé dalla cordata facente capo al neo-presidente Enrico Zucchi, segretario generale Asvicom, e introdotte durante la conferenza odierna, moderata dall’eleganza della collega Francesca Esposito.

Di seguito tutti i dettagli sul nuovo corso del Crema 1908.

IL MODELLO SOCIETARIO

Il nuovo presidente Enrico Zucchi ha illustrato ai presenti i cardini del progetto nerobianco: “Siamo ad un vero punto di svolta, sia per i contenuti del progetto, sia per il modus operandi”.La nuova avventura cremina poggia infatti le basi su una società sportiva a responsabilità limitata composta da tre soci: due società di servizi (Antali e C.A.T. Asvicom) e l’associazione sportiva Crema 1908. Per i non addetti ai lavori, specifichiamo quindi che si tratta di una società di capitali, ma ampio spazio verrà dato agli appassionati e ai sostenitori.

“Pur consapevoli della distanza concreta dalla nostra realtà, ci siamo ispirati a quei modelli societari sportivi più diffusi in Spagna (vedi Barcellona, ndr), in cui un azionariato di massa può sostenere la propria squadra. Ci sono significative diversità a livello formale (con la quota non si entrerà nel c.d.a. della neonata srl, ndr), ma crediamo che il Crema 1908 e gli appassionati debbano poter essere coinvolti attraverso questa possibilità. Ad oggi contiamo già un centinaio di soci sostenitori”, ha specificato Zucchi.

 PRIMA SQUADRA: “SERIE D ENTRO TRE ANNI”

Il percorso triennale sportivo è stato delineato chiaramente e senza mezzi termini da Enrico Zucchi, che ha definito gli obiettivi della squadra anno per anno: “Disputare un campionato di media classifica per la prossima stagione; di medio-alta classifica per quella seguente, che si può tradurre nell’obiettivo play-off; ottenere la promozione in Serie D durante il campionato 2016/2017”.Non una semplice dichiarazione di intenti, in virtù di una concretezza oggettiva: “Saranno oltre 2000 i calciatori professionisti che a partire da quest’anno non potranno più giocare in Lega Pro a causa dello smantellamento della Seconda Divisione e dovranno accasarsi in squadre dilettantistiche. Grazie alla nostra rete di contatti siamo fiduciosi di poter allestire una squadra in grado di raggiungere questi obiettivi”.

IL SETTORE GIOVANILE: CREMA ACADEMY

Alla destra del presidente, ha poi preso parola Luciano Villa, nuovo vicepresidente e amministratore delegato del settore giovanile: “La volontà è quella di rifondare completamente le nostre giovanili, in questi anni un po’ troppo svincolate dalle vicende della prima squadra. L’idea è quella di intervenire con un progetto che possa dare un’unica casa a tutte le giovanili cremine. Oltre agli allenamenti delle singole squadre, saremo pronti a garantire la presenza fissa e continuativa di un istruttore sui nostri campi, dal lunedì al venerdì, che possa far giocare tutti i nostri ragazzi, anche di fasce di età diverse. Sarà una vera novità per il nostro calcio”.“La nuova società sportiva sarà prioritariamente incentrata sul settore giovanile: non è uno slogan, ma la base di un programma che vedrà le giovanili integrarsi con la prima squadra in maniera sinergica”, ha ribadito Zucchi.

LE QUESTIONI TECNICHE: ROSSI CONFERMATO DS 

Il nuovo direttore generale sarà Massimiliano Gnatta, che ha salutato da vincitore l’Excelsior Vaiano campione in Seconda Categoria, per assumere questa nuova veste in nerobianco. A lui sono toccate le questioni più tecniche: a partire dalla conferma di Giulio Rossi nelle vesti di direttore sportivo (“Figura disponibile e competente, con skills rispondenti a quelle richieste dal progetto”) per poi passare alla questione allenatore.Queste le parole del nuovo dg: “Maurizio Lucchetti, cui rivolgiamo un grande ringraziamento, è stato il primo mister contattato per questa nuova avventura. Non possiamo negare che stiamo affrontando colloqui anche con altre persone, ma nei prossimi giorni scioglieremo il nodo in merito alla nuova guida tecnica”.Il nome del direttore sportivo del settore giovanile sarà reso noto dopo il 30 giugno, termine della stagione sportiva in corso, perché attualmente impegnato con un’altra società professionistica.Una nota di colore: i nuovi atleti del Crema 1908 saranno seguiti da un professionista del settore delle risorse umane, che monitorerà i ragazzi attraverso uno specifico indice (il cosiddetto FPA, Football Player Analysis), per valutarne il rendimento in condizioni non solo a riposo e sotto sforzo, ma anche in condizioni mentali di stress e relax.

LA FIRMA DI CORRADO VERDELLI

Il testimone è poi passato a Corrado Verdelli, ex calciatore di Serie A con la maglia dell’Inter, con cui collabora regolarmente tutt’oggi. Nessun problema, tuttavia, a conciliare l’impegno nerazzurro con quello cremino, in cui sarà consulente esterno responsabile dell’area tecnica: “Enrico sta trasmettendo grande passione a me e a tutto l’ambiente: non a caso tutti i giorni abbiamo riunioni intense, che spesso si protraggono fino a tarda serata”, ha detto Verdelli, “Da un semplice caffè siamo arrivati sino a questa importante collaborazione”.Decisivo il pressing di Enrico Zucchi, che poi ha scherzosamente detto: “Dopo mia moglie, è stata una delle persone che ho più corteggiato nella mia vita!”.

 

Stage per allenatori

ISCRIVITI AL PRIMO STAGE ORGANIZZATO DA ALLENAREMANIA.COM

Sono iniziate le iscrizioni per lo Stage riservato a tutti gli Allenatori di Calcio organizzato da Allenaremania.comRelatori:

Mister Aldo Nicolini che illustrerà “La fase offensiva nell’ 1-4-3-1-2: esercitazioni pratiche con sviluppo e attacco alla porta”.
La prima parte dell’ incontro si terrà in aula
con spiegazione e dibattito tra relatori e allenatori partecipanti, con l’utilizzo di video e lavagna.
La seconda parte in campo per provare e vedere i concetti espressi precedentemente.

Vincenzo Salomone: Preparatore Atletico Pomigliano Calcio, vincitore coppa italia serie D. che affronterà il tema “Metodologia delle esercitazioni integrate”

Dott Paolo Tirinnanzi: Psicologo e Mental Coach.

Nei prossimi giorni si stabilirà la data definitiva.
Metà o fine Giugno.
Provincia di Siracusa (Floridia o Solarino).
Tre giorni e due notti.
COSTO: 110 EURO
Per info e iscrizioni scrivere a: allenaremania@libero.it
L’importo(quota di partecipazione + pensione completa) è da pagarsi a mezzo bonifico bancario sulle seguenti coordinate bancarie:
INTESTATO A: EMILIO BUCCHERI
IBAN: IT35 E076 0117 1000 005 4371 869
CAUSALE: NOME E COGNOME E SCRIVERE “STAGE PER ALLENATORI”

ISCRIZIONI A NUMERO CHIUSO (20 posti disponibili!).

Video la pressione dei centrocampisti

La seconda palla è un particolare importante da allenare per abituare i giocatori a mantenere un livello di attenzione e concentrazione sempre elevato;  inoltre crea l’abitudine a portare pressione sul giocatore avversario in possesso di palla. A volte può accadere di riconquistare la palla in una zona favorevole ed essere subito pericolosi come nelle situazioni mostrate nel video. In questi sviluppi offensivi è facile vedere la rotazione del triangolo offensivo che porta alla conclusione e poi al gol.  A differenza dei video precedenti , in queste immagini ho voluto terminare l’azione con il gol per premiare il lavoro di grande sacrificio e dispendio psicofisico che i calciatori producono in questo lavoro.