Uniti per ripartire

Buongiorno a tutti i componenti del gruppo, sono Aldo Nicolini allenatore della Pol. Prevalle militante nel Girone C dell’ Eccellenza Lombarda. Non è mia consuetudine scrivere sui social, ma in questo caso voglio partecipare attivamente alle attività del gruppo stesso esprimendo il mio pensiero. Ringrazio gli amici di Barletta e tutti coloro che hanno contribuito a dar vita a questa iniziativa che ci permette di condividere pensieri e riflessioni provenienti da tutta la penisola; pertanto mi auguro che possa rimanere attivo anche dopo la ripresa dei campionati. Vengo subito al nocciolo della questione esprimendo parere favorevole ad un ritorno in campo in sicurezza con un protocollo attuabile per tutte le società. La preoccupazione principale mia è rivolta ai calciatori che in questo periodo di stop forzato vedono interrotto il loro percorso di crescita che sta provocando un gap importante rispetto a chi in questo momento può esercitare l’ attività calcistica. In questo campionato che è sì regolato dai Comitati Regionali ma con una relazione importante con la serie D , campionato di chiaro interesse nazionale, mi sembra riduttivo non considerare che dall’ Eccellenza salgono 36 squadre ogni anno e che da un certo punto della stagione in poi play-off e Coppa Italia diventano di interesse nazionale ( il riferimento è alle stagioni normali e non a quella attuale). Nei gironi dislocati in tutta Italia ci sono città e società importanti che hanno fatto investimenti per ambire a traguardi prestigiosi, ma anche realtà cosiddette medio piccole che hanno fatto sforzi notevoli per essere competitivi, quindi è normale che attorno a questa categoria vi siano anche degli aspetti economici da considerare, quindi ritengo poco elegante pensare, come ho letto in questi giorni, che gli addetti ai lavori vogliano ripartire solamente per una mera questione di portafoglio. E’ di oggi la notizia che il Ministro Spadafora stia pensando a tamponi e ristori per le società e questo porta una ventata di ottimismo, in attesa di quello che tutto il mondo dilettantistico si augura.

Aldo Nicolini.

Il punto sull’ Eccellenza girone A

images

Mister Nicolini

Ottava giornata di campionato e una classifica che inizia a prendere forma; stiamo entrando nel vivo del campionato anche se il margine per allungare o recuperare è ancora molto ampio e con ventisei gare da disputare non potrebbe essere diversamente. La vittoria importantissima dell’ Agazzanese in casa del Rolo interrompe il percorso netto dei padroni di casa fin qui sempre vittoriosi al Comunale di via Livello. Alla squadra di Ferraboschi manca ancora quel pizzico di continuità che le consentirebbe di stabilizzarsi nelle prime tre posizioni della classifica; continuità che sta trovando invece  la Bagnolese che con la terza vittoria consecutiva si arrampica fino alla secondo posto alle spalle della corazzata Nibbiano che dimostra di saper vincere anche soffrendo            ( caratteristica notevole per chi vuole puntare in alto ) come accaduto ieri nei minuti finali contro una mai doma Arcetana. La quinta vittoria consecutiva permette alla formazione di casa di mantenere il vantaggio accumulato sulle inseguitrici. Parlando di vittorie sofferte, fondamentale è quella del Bibbiano sul campo della lanciatissima Folgore, giunta nei minuti di recupero non senza qualche rammarico da parte dei Rubieresi ma proietta gli ospiti a quattordici punti proprio a braccetto della squadra guidata da Semeraro. Punti importanti anche per San Felice e Piccardo che godevano dei favori del pronostico, rispettivamente contro Castelvetro e Fiorano ma si sa i punti vanno fatti sul campo e non sono mai scontati, per cui complimenti ai giallorossi e gialloneri per le vittorie ottenute. Impattano Castelfranco vs Felino e Colorno vs Borgo S.D. con gli ospiti che scappano nel primo tempo con le marcature di Napoletano e Lorenzini ma si fanno agguantare nella ripresa dai padroni di casa vittoriosi anche nel turno infrasettimanale di Coppa Italia. Infine voglio segnalare due giovani interessanti che si stanno mettendo in mostra in questo scorcio di stagione con prestazioni importanti, Sabri (01) terzino sinistro della Bagnolese e Zito (00) attaccante del Castelvetro autore di cinque gol in campionato e tre in Coppa Italia. Buona lettura e alla prossima.

Aldo Nicolini

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com/il-mio-percorso/

Il punto sull’Eccellenza girone A

images

Mister Nicolini

Buongiorno a tutti i lettori di Emilia Gol e bentornati alla rubrica ” il punto sull’Eccellenza girone A ”

Il turno di ieri è stato caratterizzato da ben sei vittorie esterne che rilanciano le quotazioni di Folgore Rubiera, al quinto risultato utile consecutivo e del Rolo vittorioso di misura in casa della combattiva Arcetana con gol di Casarano a metà ripresa. Le due compagini rimangono così in scia del Nibbiano che vince in rimonta sull’ostico campo del Borgo S.D e allunga a quattro la striscia di vittorie consecutive imbrigliando i padroni di casa nelle zone meno nobili della classifica. Torna alla vittoria il Castelfranco, che dopo le due vittorie iniziali aveva raccolto soltanto due punti nelle successive quattro gare, imponendo la terza sconfitta consecutiva all’ Agazzanese che in questo momento del campionato fatica a trovare continuità di risultati, infatti Moltini e compagni sono scivolati nei bassifondi della graduatoria. Ottima vittoria in chiave salvezza della Real Formigine che con un netto tre a zero batte il Fiorano e lo scavalca in classifica. Le due vittorie interne sono della Bagnolese sulla Piccardo con doppietta di Formato, giocatore importante per la categoria, e doppio assist di Viani alla prima da titolare in campionato,e del Bibbiano sulla S. Michelese seconda in classifica. Nell’ unico pareggio di giornata tra Cittadella e San Felice si mette in evidenza  il giovane portiere Schiuma classe 99 che tiene in partita la sua squadra e poi la salva dal possibile due a tre contribuendo in modo importante al pareggio finale.

Aldo Nicolini

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com/info/

 

 

 

 

 

 

Il punto sull’Eccellenza girone A

images

Mister Nicolini

Buongiorno a tutti i lettori di Emilia Gol e bentornati alla rubrica “il punto sull’Eccellenza Girone A ”

Continua la marcia del Nibbiano che vincendo in casa con il forte Rolo da un segnale importante al campionato mandando la squadra reggiana a meno quattro dalla vetta. La doppietta di Ridolfi risulta decisiva nel match più importante del sesto turno, mentre il gol di Napoli a segno nel recupero giunge troppo tardi per creare ulteriori problemi alla capolista. Importanti e nette le vittorie di Colorno sull’Agazzanese per tre a zero e seconda vittoria consecutiva per i parmensi che coincidono con il rientro in squadra di Arati, centrocampista completo che ogni allenatore vorrebbe tra le proprie fila; della Bagnolese a Felino, uno a tre il risultato finale dopo che il primo tempo si era chiuso con i padroni di casa in vantaggio grazie a una giocata importante di Leo  Martinez che permetteva a Basso di siglare l’ uno a zero; della Piccardo che strapazza i giovani del Castelvetro per quattro a zero e sembra aver finalmente ingranato la marcia giusta per insediarsi nelle primissime posizioni della classifica. Di misura ma importantissima la vittoria in rimonta del Bibbiano a Castelfranco ( ancora in gol Leonardi ) che gli permette di salire a otto punti e assestarsi a metà classifica, l’ ultima vittaria di giornata è della S.Michlese che vince in casa con il Cittadella e sale al secondo posto a quota tredici punti. Folgore e Fiorano non vanno oltre lo zero a zero mentre il Borgo S. Donino si fa raggiungere dalla Rosselli, uno a uno il risultato finale con Lorenzini ancora a segno ( ottimo avvio di stagione per il giocatore venuto dalla toscana terra di grandi allenatori e non solo ottimi calciatori ). Infine l’Arcetana pareggia a S. Felice e interrompe la striscia rossa di tre sconfitte consecutive . Ci avviciniamo alla decima di campionato e la classifica comincia a delinearsi facendo emergere i reali valori delle contendenti . E intanto domenica arriva la settima giornata .

Aldo Nicolini

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com/il-mio-percorso/

Il punto sull’Eccellenza girone A

04-03

Buon inizio settimana a tutti i lettori di Emilia gol e benvenuti alla rubrica “Il punto sull’Eccellenza girone A” . Giornata di campionato che potremmo definire all’insegna del numero 3 con tre vittorie in casa , tre vittorie esterne e altrettanti pareggi che hanno portato 3 x 2 = 6 punti in classifica alle 6 squadre che hanno impattato ieri . La numerologia antica come dice il Maestro Alberto Ferrarini non mente bisognerebbe imparare a coglierla e saperla leggere ma io non sono molto bravo in questo. Numeri e filosofie a parte guardando i vari gironi di Eccellenza, Trentino , Veneto e Lombardo si evince che nessuno ha una classifica così corta come la nostra che raggruppa ben quattordici squadre in quattro punti e addirittura sedici in cinque. Non voglio essere ripetitivo ma insisto nel dire che l’ equilibrio regna sovrano infatti, se dovessimo ipotizzare tre vittorie consecutive  di una delle squadre a quattro punti, probabilmente la troveremmo tra le prime tre della classifica che in questo momento vede la Folgore R. in vetta con tre vittorie (ancora il numero tre che torna) nuovamente in gol bomber Greco, giocatore con movimenti da attaccante di razza che mi aveva particolarmente colpito qualche anno fa in Serie D da avversario,  per i rubieresi contro il fanalino di coda Castelvetro ancora fermo a quota zero. Sempre rimanendo in tema di attaccanti, seconda citazione per Leonardi del Castelfranco giunto a quota sei con la doppietta di ieri . In tutti i gironi di Eccellenza citati prima solo Pietribiasi del Trento ha eguagliato il bomber modenese.Tornando alle partite da segnalare la seconda vittoria consecutiva del Fiorano e la vittoria importante della Piccardo contro le neopromosse Bibbiano e Arcetana; mentre attenzione al Nibbiano di Mantelli che si avvicina prepotentemente alla testa della classifica per provare a rimanerci.

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com

Aldo Nicolini

Il punto sull’Eccellenza girone A

images

Mister Nicolini

Nel terzo turno di campionato balza subito all’occhio la schiacciante vittoria dell’Agazzanese, 5 – 0 al San Felice e conferma di essere una realtà solida di questo girone, annoverando tra le proprie fila giocatori importanti per la categoria come per esempio Minasola attaccante sempre temibile per le difese avversarie autore di una doppietta. Ottima anche la vittoria in trasferta del Real Formigine ai danni dell’Arcetana, 2 – 4 il risultato finale che permette alla squadra modenese di fare i primi tre punti della stagione.Nella giornata si sono segnate 34 reti, ben 11 in più rispetto al turno precedente a garantire spettacolo, vivacità ed emozioni forti. Nessuna squadra a punteggio pieno conferma l’equilibrio del campionato.  I due scontri più affascinanti del turno odierno  tra Nibbiano vs Castelfranco terminato in parità 2 – 2 e Borgo S.D. vs Piccardo con vittoria in rimonta dei padroni di casa per 3 – 2, partita avvincente alla quale ho assistito personalmente; con ben 9 reti realizzate confermano l’ottimo livello delle compagini. Le nette vittorie di Fiorano e Folgore R. per 3 – 0 rispettivamente a Felino e Cittadella fanno da contraltare alla rivincita del Rolo sul Colorno che dopo la sconfitta in Coppa Italia per   3 – 1 di mercoledì, vince con il medesimo risultato in casa con Napoli e Ferrara in evidenza, e si prende la vetta della classifica in compagnia del Castelfranco.

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com/

Aldo Nicolini

Il punto sull’ Eccellenza girone A

images

Mister Aldo Nicolini

Due giornate sono chiaramente poche per poter fare previsioni e sbilanciarsi in conclusioni affrettate, bisognerà attendere ancora una decina di partite per capire e far emergere i valori delle squadre. In questo momento a punteggio pieno troviamo la Virtus Castelfranco, che lo scorso campionato era inserita nel girone B, trascinata dai gol di Leonardi attaccante ex Cittadella che si conferma giocatore interessante ; l’ Arcetana che da neopromossa si dimostra realtà solida e vince sul difficile campo della Folgore e il sorprendente Felino che regola con un 2-0 in casa il Borgo San Donino. Il Bibbiano che dopo un solo anno in Promozione, con quattro punti in due gare si presenta bene al nuovo campionato risultando competitiva per la categoria in attesa di ulteriori conferme. La partita di cartello della giornata fra Piccardo e Rolo finisce con un risultato di parità dove le occasioni non sono mancate e la vivacità del match ha confermato i valori delle due compagini.

E infine bella vittoria esterna del Nibbiano che si impone per due a zero contro i modenesi della Real Formigine. Una menzione per due giocatori di talento classe 99 Terranova (Colorno) e Viani (Bagnolese) che in questo momento non stanno avendo continuità ma che nell’arco della stagione potranno far valere le loro qualità.

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com/

Aldo Nicolini

U.S. Fiorenzuola vs Breno

01/09/19 

cropped-04-03.jpg

Mister Aldo Nicolini

Al Velodromo di Fiorenzuola si gioca la prima di campionato di serie D girone D. Si affrontano U.S.  Fiorenzuola e Breno che si schierano con un 1-4-3-3 classico e molto simile nell’ impostazione del gioco tenendo gli esterni alti aperti per giocarsi l’ 1 vs 1. La squadra di casa affida la costruzione ai due centrali più play che creano una netta superiorità contro Triglia attaccante centrale del Breno (3 vs 1). Superata la prima linea il tema è quasi sempre una palla in diagonale sulla punta esterna che riceve in ampiezza per andare a puntare; in questo momento sarebbe importante l’inserimento dell’ interno di centrocampo (sovrapposizione interna che crea incertezza al terzino) per la ricerca del 2 vs 1 o far guadagnare tempo e spazio al giocatore in possesso di palla, il terzo giocatore della catena che sta offendendo dovrebbe salire all’ interno del campo andando ad occupare la zona di presidio per lavorare sul recupero immediato della palla dopo un eventuale respinta. Creata questa situazione una possibilità potrebbe essere il ritorno sul play , costantemente libero da pressione per andare a sfondare con forza sul lato debole della squadra che sta difendendo, oppure uno scarico dietro per mettere una palla improvvisa alle spalle della linea che lavora bene di reparto e con coraggio rimane alta dando la netta sensazione di un ottimo lavoro da parte del tecnico camuno su questo particolare. Con la linea che lavora in questo modo la pressione dei centrocampisti dovrebbe essere una conseguenza naturale , invece la scelta del Breno in fase di non possesso è quella di difendere con un 1-4-5-1- con i due reparti molto schiacciati. La prima costruzione permette spesso al  Fiorenzuola di arrivare oltre la linea mediana del campo, a quel punto l’obiettivo dovrebbe essere quello di “separare” per dilatare e allungare la squadra avversaria creando spazio e con pazienza palleggiare muovendo la squadra avversaria. Per esempio con i due interni che prendendo un po’ l’ ampiezza favorirebbero un’ imbucata o verso l’attaccante centrale o sulla punta esterna che viene dentro al campo, completando il lavoro che altrimenti rischierebbe di rimanere incompleto. Dopo l’espulsione i padroni di casa passano inizialmente a un 1-4-3-2 e dal 46′ un 1-4-2-3 coraggioso che mostra una mentalità propositiva degli uomini di Tabbiani e rende la costruzione degli ospiti più difficoltosa. Una situazione diversa e interessante si è sviluppata a sinistra con Guglieri a ricevere palla in ampiezza e smarcamento di Bollini sul fianco lontano del terzino rispetto alla posizione della palla (fuori-linea o come lo definisce El Loco Bielsa Recepciòn a la Espalda del rival ) per poi attaccare la profondità , ricevere e mettere una palla pericolosa in area. Anche in questo caso ottimo il posizionamento del primo centrale in copertura del primo palo che intercetta la palla. Il primo gol nasce da una conclusione da fuori che colpisce il palo con l’attaccante rosso-nero pronto a ribadire in rete da pochi passi e anche in questa occasione  c’è poca pressione sul giocatore in possesso di palla. La prima costruzione del Breno è molto simile a quella descritta in precedenza, e fa capire che le due squadre  provano a giocare ed è un altro spunto interessante della contesa; il Fiorenzuola manda l’interno in pressione sul play, 3 vs 2, costringendo gli avversari ad andare più verso le zone perimetrali o lanciare in diagonale sulla punta esterna  con sovrapposizione del terzino per mettere il cross. Poca presenza in area degli uomini in maglia bianca. Apprezzabile il movimento di rotazione  della catena anche se a volte viene fatto in  anticipo quindi con tempi non corretti e soprattutto non modifica la figura per cui il triangolo rimane formato da due giocatori fuori e uno dentro tanto da non creare  situazioni scomode a chi difende in quella zona di campo. In superiorità numerica e anche dopo essere passati ad 1-4-2-4 il Breno non varia il modo di attaccare e ci sta la palla che va fuori ma per tornare dentro velocemente sulle due punte che con i movimenti classici degli attaccanti vicini potrebbero rompere la linea e attaccargli le spalle alla ricerca di una maggiore incisività. La pericolosità sulle palle inattive fa capire come ci sia una cura di questi particolari e produce anche due gol del Breno annullati per fuorigioco. La partita si chiude con il raddoppio del Fiorenzuola nel recupero che sancisce il 2- 0 finale. 

Aldo Nicolini 

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com/

Coppa Italia Rolo vs Bagnolese

25/08/19

 

cropped-04-03.jpg

Mister Nicolini

Nel primo turno di Coppa Italia si affrontano Rolo e Bagnolese inserite nel girone C con il Colorno. Premetto che in questo articolo non farò una cronaca giornalistica della partita ma farò alcune considerazioni personali sull’andamento tecnico-tattico della gara.Il Rolo si dispone con un 1-4-3-1-2 privilegiando il gioco corto con una costruzione dal basso; in prima battuta con i due centrali + play mentre i terzini si allargano e si alzano, successivamente (secondo tempo) quando la Bagnolese si schiera a specchio costruiscono a 3 abbassando il terzino destro sulla linea dei due centrali  per creare superiorità numerica. La manovra è fluida e la squadra arriva bene fino alla 3/4 avversaria dove un pizzico di precisione in più nell’ultima giocata permetterebbe alla squadra di casa di arrivare alla conclusione con maggiore frequenza. Buono il lavoro delle marcature preventive utile a mantenere la squadra avversaria sotto pressione. Con queste caratteristiche di squadra , aumentando gli smarcamenti a turno dei due interni alle spalle dei centrocampisti avversari, quindi a ricevere palla in una condizione di vantaggio posizionale il Rolo diventerebbe ancor più pericoloso in fase offensiva. Ricerca costante di soluzioni anche sulle palle inattive a favore che portano al gol del vantaggio arrivato sugli sviluppi di un angolo dalla sinistra. Scelta diversa per la Bagnolese che predilige una costruzione lunga cercando la spizzata di uno dei giocatori offensivi e lavorando di conseguenza sulla seconda palla. Lo schieramento iniziale è un 1-4-2-3-1 per poi passare a un 1-4-3-3 per avere più equilibrio nella zona nevralgica del campo. La Bagnolese, squadra della quale ho seguito le gesta negli ultimi anni, dopo averla affrontata in serie D girone D quando allenavo la Rudianese, si rende pericolosa nelle ripartenze infatti in una di queste situazioni va vicino al vantaggio dopo aver recuperato palla all’altezza della linea mediana. Dal primo minuto del secondo tempo la squadra ospite passa ad un 1-4-3-1-2 aumentando la pressione ultra offensiva per limitare la prima costruzione dell’avversario. Dopo l’espulsione di Bequirj rimane schierata con un 1-4-3-2 molto offensivo anche se ormai la stanchezza e il gran caldo giocano a sfavore di tutti i partecipanti alla contesa. Nei minuti finali c’è ancora tempo per alcuni cambiamenti, il Rolo finisce la gara con un 1-5-4-1 mentre la Bagnolese ci prova mettendo il difensore centrale  Oliomarini a fare l’attaccante aggiunto ma il risultato non cambia.

Rolo 1 Bagnolese 0 .

Aldo Nicolini 

https://aldonicoliniallenatore.wordpress.com/